Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

martedì 18 dicembre 2018

Caselle - I carabinieri consegnano frutta e verdura rubata e sequestrata, alla Caritas


Durante un controllo i carabinieri di Caselle hanno scoperto due persone, di 50 e
30 anni, residenti ad Afragola, pluripregiudicati e nulla facenti che al Prato della Fiera vendevano frutta e verdura rubata e per giunta senza autorizzazione, ora donata alla Caritas.   Effettuati i controlli di rito, i carabinieri hanno, quindi,  provveduto alla contestazione dell'illecito amministrativo nei confronti dei due, appioppandogli una sanzione di 10 mila euro, e al sequestro amministrativo cautelare del veicolo utilizzato e della merce (frutta e verdura per un valore di circa mille euro) che si trovava all'interno. "La cosa grave è che queste persone già notate varie volte sul territorio - spiega il comandante della stazione carabinieri, Fabio Fornaiolo - è che cercano di avvicinare soprattutto anziani proponendogli cassette di merce sopra genuina e sotto marcia. O ancora peggio tentano di rubargli il portafoglio. Il problema è la gente non denuncia e non segnala a noi questi episodi. Chiedo a tutti di rivolgersi a noi perchè questi venditori ambulanti sono sempre abusivi e la merce di dubbia provenienza". Soddisfatto anche il sindaco Luca Baracco: Non posso che esprimere apprezzamento per l’attento servizio di vigilanza dei carabinieri . Questo è un esempio di tutela della legalità con un importante ritorno positivo sulla vita dei cittadini”.
La Caritas è stata ovviamente ben contenta di accettare l'inatteso dono che già da oggi sarà smistato, mentre una distrubuzione straordinaria delle cassette di arance, mandarini, pere e peperoni (86 in totale) sarà effettuata giovedì 27 dicembre.