Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 1 dicembre 2018

Caselle - Quando il dono diventa un oggetto speciale. Mercatino della scuola primaria


Natale, tempo di regali.  Sembra  banale o "obbligatorio" regalare qualcosa.
Eppure ormai, con l'inizio di dicembre, è iniziata l corsa ai regali. Fare un regalnon è un semplice gesto di cortesia o di restituzione, ma ha un significato profondo. E' una condivisione di affetti. Lo è ancor di più se quel piccolo oggetto che doniamo è stato fatto dalle mani di un bambino. Come quelli, bellissimi e preziosi messi in vendita, ad offerta dai ragazzi della scuola primaria di Caselle, questa mattina, in piazza Boschiassi. Tanti lavoretti realizzati con amore, pazienza e quell'entusiasmo che solo i bambini sanno mettere nelle cose che fanno. Un mercatino affollato soprattutto da genitori e nonni e poco dai casellesi che quasi non si sono avvicinati a quelle bancarelle piene di gioia, di colore e di autentico spirito natalizio. Presente l'assessora alla cultura, Erica Santoro, che con la scuola ha un legame particolare, e ha acquistato regali per i colleghi cosiglieri e il sindaco Luca Baracco che ha portato a casa una manufatto artistico, realizzato con la pasta, davvero speciale. Come speciale sarà il piccolo dono che arriverà sui banchi del consiglio comunale perchè a realizzarlo saranno state le mani dei bambini di Caselle.