Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 20 dicembre 2018

NATALE 2018 - Gli appuntamenti in Provincia di Torino da visitare e scoprire !


Ecco una lunga lista di appuntamenti natalizi . Scorrere oppure cliccare sul nome della località per saperne di più . Inizia il viaggio nella nostra provincia ...

Alpette
"Il Presepe", dall'8 dicembre al 6 gennaio, Chiesa Parrocchiale: l'allestimento è curato dalla Pro loco di Alpette e viene curato e predisposto da quasi 30 anni, è posto sotto l'altare.
"Presepio meccanico", dall'8 dicembre al 31 gennaio: in scala 1:20, una rappresentazione di Avigliana, catapultata in un tempo lontano e scandita dalle diverse fasi del giorno e della notte, con attività, suoni, luci e anche una suggestiva nevicata, molti i movimenti dei piccoli personaggi, con uno spaccato del Lago Grande, del Santuario Madonna dei Laghi, della Chiesa di San Giovanni, del Castello ed il centro storico medioevale.
"Paese dei presepi", dal 23 dicembre a fine gennaio: più di cento presepi illuminati e disseminati nelle vie, vicoli, piazze, cappelle, fontane, finestre, vetrine, delle frazioni di Rochemolles, Millaures, Le Gleise, Les Arnauds e Melezet, oltre che nel borgo vecchio e nel centro commerciale.

Brusasco, frazione Taparello
"Il Presepe", fino  al 6 gennaio (sabati e domeniche e alcune aperture settimanali), chiesa di San Francesco: un allestimento realizzato dall'associazione culturale per Brusasco e Marcorengo dedicata alla chiesa di San Francesco.

"Presepe meccanico", dal 21 dicembre al 6 gennaio, chiesa della Confraternità dello Spirito Santo: l'allestimento, realizzato negli anni '30, è stato riattivato nel 1982 con le statue originali in gesso colorato e piccoli motori elettrici per i movimenti delle statue, struttura e finiture in ferro, legno, sabbia, pietre e stoffa.

Candiolo
"Mostra dei Presepi", fino al 6 gennaio, atrio Palazzo municipale, a cura dell'associazione campana in Piemonte.
Cesana Torinese, frazione di Bousson
"Presepe di Bousson", fino  al 6 gennaio: nella caratteristica frazione alpina saranno otto splendidi Angeli, alti circa 2 metri e cinquanta, che faranno da cornice alla magia del presepe composto da 40 figure a grandezza naturale, quest’anno l'allestimento si è arricchito di nuovi pezzi e scenografia, impreziosito dal restauro delle figure che lo compongono.
"Mostra meccanizzata degli antichi mestieri e della ferrovia Fell", visitabile nei giorni 23, 25, 26, 30 dicembre e 1 e 6 gennaio dalle 15 alle 18, presso il cortile del castello: inaugurata nel 1996 l'allestimento riproduce la vita quotidiana di una piccola comunità valsusina come si svolgeva nella prima metà del '900; case, stalle, botteghe, fienili, cantine, depositi e il sistema Fell, la tratta ferroviaria Susa-Moncenisio, tutto finemente riprodotto.

"Il Presepio animato", fino alle seconda domenica di gennaio, chiesa della Confraternita dei Santi Rocco e Sebastiano: l'allestimento cresce ogni anno con aggiunge di novità tecnologiche e artistiche, nuovi suggestivi angoli e incantevoli scenette, ingresso gratuito.

Fenestrelle, frazioni di Mentoulles, Granges e Ville Cloze
"Segui la cometa", dal 26 dicembre al 6 gennaio: un percorso itinerante tra le caratteristiche stradine delle tre borgate alla scoperta, in ogni angolo, nelle finestre, sulle fontane, in vecchie case disabitate, di presepi di ogni tipo e genere, inoltre in ogni borgata vi sono anche esposizioni al chiuso, visitabili secondo orari stabiliti.
"Il Presepe della valle olimpica", dall'8 dicembre al 6 gennaio, orari 10-17, presso il Forte San Carlo;
"Il Presepio", giorni feriali dalle 9 alle 16, festivi e prefestivi fino alle 19, nella chiesa parrocchiale San Luigi IX.
Fiano, borgata delle Grange
"Il Presepe", fino  al 6 gennaio: dal 2016 viene allestito questo presepe, grazie alla collaborazione dei borghigiani, con personaggi a grandezza naturale che si estende su un percorso di circa un chilometro fino ad arrivare alla cappella di Sant’Antonio Abate dove termina con la natività.
"I Presepi", fino al 6 gennaio: due allestimenti uno nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena ed uno nell'oratorio parrocchiale in via Umberto I n. 56.
"Il grande Presepe", aula consiliare: un allestimento unico, in stile orientale, di 28 mq, realizzato con la juta bagnata, con stelle e costellazioni principali che impreziosiscono la volta celeste, numerosi movimenti, rotazioni delle luci e un grande lago alimentato da un torrente, il presepe viene realizzato ex-novo tutti gli anni da una decina di volontari.

"Presepe atipico", 22 e 23 dicembre, piazza don Cocco: l'allestimento rappresenta una natività civile in uno spaccato di vita della comunità grugliaschese di fine 1500, con le statuine che riproducono personaggi pubblici e privati realmente esistiti, costruito nel 2005 dallo scomparso artista Lino Scapin e da Manuela Mariuzzo.
"Presepi in città",  22 dicembre e 6 gennaio, Municipio: un concorso, riservato ai bambini dai 4 ai 13 anni, con una mostra, la rievocazione della Natività e la premiazione dei migliori allestimenti; durante gli eventi saranno raccolti fondi in favore dell'orfanatrofio Mammadù in Namibia.
Locana, borgata Chironio
"I presepi da scoprire", fino al 6 gennaio: nella magica atmosfera della borgata tanti allestiti fatti con materiale locali come le pigne, rami di pino, legno ma anche materiali inconsueti.
"Il più dolce dei Presepi", fino al 6 gennaio, cappella Sant'Anna borgo Francesetti: un allestimento a scopo benefico, abbinato ad una lotteria i cui proventi andranno devoluti all'Ass. FARO per i malati oncologici del territorio. L'opera realizzata a mano con ben 100 kg di cioccolato purissimo selezionato tra le migliori qualità di cacao.

"Presepi nel mondo", finmo al 6 gennaio, associazione Famija Moncalereisa, via Alfieri n. 40: l'esposizione vede opere provenienti da più parti del mondo, più di 50 allestimenti, dal più piccolo che può essere tenuto nel palmo di una mano, al più grande, meccanizzato. Ingresso libero con orario 15/19:30.
Il presepe viene allestito nella Chiesa parrocchiale a cura dei volontari, i figuranti sono vecchie statue ritrovate dell'800, il tutto viene preparato con muschi, licheni e cortecce che si trovano nei boschi limitrofi.
"Presepe Comunale", fino al 6 gennaio, ingresso della palestra: prima volta per questa installazione che è stata creata da un artista di Arignano e concesso dallo stesso gratuitamente, l'allestimento è opera di Sergio Farnesi.
"Magico presepe degli alpini", fino  al 13 gennaio, in via Brignone n. 9: su una superficie di oltre 25 mq, nuove e vecchie costruzioni, soggetti e effetti luminosi continua la storia, iniziata da un privato nel 1951, di questo classico allestimento natalizio;
"Presepe delle bambole", dall'8 dicembre al 6 gennaio, cortile del vescovado: un opera, iniziata nel 2000, della sarta e artista Antonia Malia, oltre 20 personaggi, alti tra i 35 e 40 centimetri, interamente realizzati a mano, i fondali sono dipinti dalla pittice Cristina Polliotti;
“Il Presepe nella tradizione popolare", dall’8 dicembre al 6 gennaio, Musep, piazza V. Veneto n. 8: allestimento di tre rappresentazioni  del presepe realizzati con statuine ed elementi delle collezioni di Danilo Giuliano, una complessa composizione plastica della Natività di Gesù.

"Presepi", fino  al 6 gennaio: a cura della Pro loco da dieci anni prepara per le vie cittadine il tradizionale allestimento natalizio con personaggi a grandezza naturale che costituisce la base del Presepe vivente che verrà realizzato domenica 16 dicembre, oltre a quello tradizionale della parrocchia.
"Presepe meccanico", tutte le domeniche e festività di dicembre e tutti i giorni dal 24 dicembre al 6 gennaio, parrocchia di San Nicola vescovo: l'allestimento, a cura degli Amici del Presepio di Pratiglione, è artigianale e sviluppato su una superficie di 50 mq, racchiuso in una grotta con giochi di luce, acqua e neve per un'atmosfera particolare e suggestiva, il paesaggio tradizionale delle vallate alpine è accostato ad uno scorcio della Palestina.
"Il Presepe", fino  al 6 gennaio, canonica della chiesa di San Pietro in Vincoli: inserito nel contesto del centro storico che lo rende suggestivo e affascinante, il presepe, allestito dalle Suore con il supporto di un gruppo di volontari, ogni anno si impreziosisce di nuove installazioni.
Ronco Canavese, frazione Pezzetto
"La borgata dei presepi", fino  al 6 gennaio: gli abitanti insieme ai villeggianti trasformano i vicoli della borgata in un'esposizione a cielo aperto di presepi, realizzati interamente con materiali reperibili in natura e propri della tradizione montanara;
"Presepe vivente - A Nohtra Maneri", il 24 dicembre: la natività nella linguia e negli abiti francoprovenzali, organizzato dai Comuni, dalle Parrocchiee dalle Pro Loco della Val Soana.

San Colombano Belmonte, frazione Sale
"Presepe in Santa Maria", fino al 6 gennaio: l'allestimento all'interno dell'omonima cappella ha una superfice di 20 mq, con ambientazione rurale che riproduce dalle colline boscose ai monti innevati, alle baite di pietra fino ai suoni dell'acqua e delle campane.
San Gillio
"Il Presepe Pigotte", fino  al 6 gennaio, chiesa parrocchiale di Sant'Egidio in via Principi di Piemonte n. 2: un'allestimento realizzato da alcune docenti con le pigotte dell'Unicef e, di fronte, il "Presepe in legno" realizzato in casa con mezzi artigianali e donato dalla famiglia Fauda.
"Presepe in legno", fino al 6 gennaio: un suggestivo allestimento presso la chiesetta di S. Anna a cura della parrocchia e dell'assciazione commercianti "Le due burgà".
San Pietro Val Lemina
"Presepe vivente", lunedì 24 dicembre dalle ore 22:30: rappresentazione per le vie del paese a cura dei giovani, lungo il percorso fino alla Chiesa sorprese e spettacolo per i bambini, Santa messa e a seguire cioccolata calda e panettone nella sala polivalente offerti dalla Pro Loco.

Settimo Vittone, frazione di Montestrutto
"Presepi nel borgo", dall'8 dicembre al 6 gennaio: mostre, esposizione artigianato natalizio, zampognari, spettacoli e conclusione con l'arrivo della Befana.
-
"Presepi in piazza", fino al 6 gennaio: tradizionale evento natalizio organizzato dalla Pro Loco locale.
Villareggia
"I Presepi", fino al 6 gennaio, quattro allestimenti: uno ambientato in Palestina e allestito presso l'abitazione privata del sig. Pissardo che ne è il realizzatore, è visibile dalla strada, in via della Chiesa n. 8, attraverso una vetrata esterna; il secondo è meccanizzato in strada dei Prati n. 5, ed è realizzato dal sig. Pagliarin, visitabile dal lunedì al venerdì; il terzo è un presepe tradizionale realizzato al centro del presbiterio della Chiesa parrocchia; il quarto è realizzato dai bambini delle scuole d'infanzia e primarie dei comuni di Cigliano, Caluso, Livorno Ferraris, Vigliano Biellese, Tronzano, Verolengo e Brusasco, allestito presso l'albo pretorio in piazza del Municipio, è un'istallazione dove i bambini, protagonisti, hanno potuto esprire la loro spontaneità e creatività, visibile sempre in quanto esposto in un locale con ampie vetrate esterne.

"Presepe", fino al 6 gennaio, parrocchia di S. Giovanni Battista, via Rezia n. 6: costituito da circa 30 statue in gesso, alte 25/30 cm, degli anni ’80 che sono state recentemente restaurate del centro studi S. Croce, visitabile negli orari delle SS. messe, il sabato 17 - 18,30, la domenica 9 - 12.


"La via dei presepi", fino al 6 gennaio: vetrine, spazi aperti e luoghi inconsueti aperti ai presepi, con un concorso per le scuole.