Lun, 15 Ago, 2022

Caselle vieta l'uso dell'acqua potabile per orti e giardini, piscine e lavaggio dell'auto

Caselle vieta l'uso dell'acqua potabile per orti e giardini, piscine e lavaggio dell'auto

Il provvedimento che prevede sanzioni per chi non si adegua, sarà in vigore fino alla fine dell'emergenza

E' sempre più grave l'emergenza idrica che sta attanagliando la nostra regione e sta mettendo in ginocchio l'agricoltura. Questa mattina, martedì 21 giugno, anche il neo sindaco, Giuseppe Marsaglia che solo ieri mattina si era limitato a semplici raccomandazioni, ha emesso un'ordinanza per vietare l'utilizzo dell'acqua potabile per l'irrigazione e l'annaffiatura di orti, giardini e prati, il lavaggio di cortili e piazzali e di veicoli privati.

Non solo fino a fine emergenza è anche vietato riempire con l'acqua potabile fontane ornamentali, vasche da giardino, piscine anche se dotate del ricircolo dell'acqua.

Insomma, in questo momento così difficile che va ad aggiungersi alla crisi energetica, l'acqua deve essere utilizzata solo per scopi alimentari e di igiene personale, naturalmente usando il criterio del buonsenso.

Consigli per il risparmio idrico:

1) Assicurarsi che i rubinetti non abbiano perdite e chiudere bene quelli che gocciolano: un rubinetto che gocciola può produrre uno spreco annuo che va da 4.000 a 5.000 litri d’acqua.

2) Verificare il corretto funzionamento dello sciacquone del bagno, responsabile del 30% dei consumi domestici dell’acqua

3) Non fare scorrere inutilmente l’acqua quando ci si lava ed evitare i getti d’acqua troppo forti.

4) Munire di frangigetto i rubinetti del bagno: il getto risulta arricchito d’aria, consentendo di risparmiare il 40% dell’acqua erogata.

5) Sensibilizzare l’amministrazione condominiale al controllo del consumo dell’acqua e delle perdite occulte.

6) Utilizzare lavatrici e lavastoviglie sempre a pieno carico, si potranno risparmiare 10.000 litri d’acqua l’anno ed evitare le ore di punta per l’utilizzo di elettrodomestici.

7) E' consigliabile fare la doccia piuttosto che il bagno: i 150 litri della vasca diventano solo 30 per la doccia.

8) Usare l’acqua con cui si lava verdura e frutta per innaffiare le piante, fornendo così anche un apporto di sali minerali. L’acqua di cottura della pasta è ottima per lavare i piatti. 

Chi non si atterr all'ordinanza verrà sanzionato e a vigilare è stata chiamata la Polizia Locale

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703