Lun, 15 Ago, 2022

Il turismo post pandemico diventa più inclusivo in 31 Comuni, grazie ai pannelli tattili

Il turismo post pandemico diventa più inclusivo in 31 Comuni, grazie ai pannelli tattili

A Mappano saranno posizionati in piazza don Amerano e al Santuario di Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù

Sono oltre sessanta i pannelli tattili inclusivi, che saranno installati, da qui a quest’autunno, in 31 Comuni della città metropolitana.

Strumenti concepiti per favorire il turismo, valorizzare la storia locale, e l’inclusione dei non vedenti. Sono questi i motivi che hanno visto il Comune di Mappano, insieme ad altre municipalità piemontesi, aderire, con convinzione, al progetto "Pannelli tattili per la ripartenza del turismo accessibile dopo la pandemia".

Un progetto promosso dall'Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti (Apri), presieduta dal mappanese Marco Bongi, che ha ottenuto il sostegno della Regione Piemonte.

«Grazie a questa iniziativa - spiega l'assessora ai Servizi sociali Cristina Maestrello - in due luoghi significativi di Mappano: piazza Don Amerano e il Santuario di Nostra Signora del Sacro Cuore di Gesù, in via Parrocchia, verranno posizionati due pannelli, resistenti alle intemperie, che contengono una sintetica descrizione, in caratteri normali e in braille, delle caratteristiche storiche e architettoniche di questi due luoghi. Inoltre sul pannello verrà riportato anche un QrCode che permetterà di accedere, tramite il proprio telefonino, ad un video esaustivo, di breve lunghezza, con informazioni aggiuntive ed immagini professionali».

I testi dei pannelli mappanesi e dei video (presenti su youtube) sono stati redatti dal giornalista di “Nonsolocontro” Davide Aimonetto.

«Con l'Apri - conclude Maestrello - stiamo anche immaginando di implementare i pannelli inclusivi presenti su Mappano, ad esempio per descrivere ai non vedenti il nostro patrimonio naturalistico, come ad esempio il Parco Unione Europea».

La proposta dell’Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti è subito piaciuta a sindaci ed amministratori. Individuare i siti e reperire le informazioni  non è stato sempre facile, ma l’impegno profuso ha dimostrato una grande volontà di recupero e visibilità del proprio patrimonio turistico e culturale, oltre ad un diffusa sensibilità verso chi ha difficoltà a vedere i luoghi che caratterizzano il patrimonio artistico ed architettonico regionale.

I pannelli quadrati, di settanta centimetri di lato, realizzati in dibond e quindi resistenti alle intemperie, verranno affissi a cura dei Comuni secondo le modalità e le esigenze più disparate. Alcuni saranno inseriti in punti panoramici, altri nel cuore delle vigne del Canavese, altri daranno lustro alla storia industriale di Ivrea, città Unesco, altri valorizzeranno percorsi d’arte, luoghi sacri o antichi siti che affondano la propria origine addirittura nella preistoria.

Un turismo più alla portata di tutti, quindi, ma anche un passo importante per mettere in luce piccoli angoli, spesso sconosciuti al grande pubblico, che compongono un mosaico di itinerari  e percorsi da scoprire e rivalutare.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703