Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 7 aprile 2018

Leini, partiti i lavori al campanile: rimosse le campane

Nelle prime ore del mattino del 4 aprile scorso, è stata chiusa al traffico via San Francesco al Campo. Il motivo? La rimozione sicura delle campane dal campanile della chiesa dei Santi Pietro e Paolo. Verso le 9 le campane sono state rimosse, per favorire la futura ristrutturazione del campanile: il costo complessivo dei lavori è di circa 400mila euro. Il parroco, Pierantonio Garbiglia, ha seguito attivamente i lavori di rimozione. Alla base del campanile, una lunga gru ha trasportato le cinque campane, una di questa la più antica, risale al 1812. Da un lato, riporta l'immagine della Consolata ed un'invocazione “S. Maria prega per noi”, e dall’altra parte l'immagine del Papa ed una scritta che recita “Roma è capo del mondo”. Le dimensioni di questa campana, che ha ben 206 anni, superano quelle delle altre. La seconda campana, invece, fu installata nel 1920, su richiesta dell’allora parroco, il teologo Giorgio Gioda. Quest’ultima richiama i fedeli alla Santa Messa e anch’essa riporta un’invocazione: “Dolce Cuore di Maria siate la salvezza mia”. Le ultime tre campane sono state realizzate grazie alla fusione di una precedente campana, molto antica, che era stata colpita da un fulmine e quindi rovinata. Le tre campane sono state dedicate alla Vergine Immacolata, a Gesù Crocifisso e ai Santi Pietro e Paolo. Le campane ritorneranno a scandire mezzogiorno e le Sante Messe verso l’autunno.
                                                                                                                                        Flavia Sandrone