Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

venerdì 16 settembre 2016

Caselle, Bienvenidos!

Un caloroso benvenuto agli ospiti argentini è arrivato nel pomeriggio, prima a Mappano poi a Caselle dalle autorità e da tutte le associazioni. Il gruppo, 33 persone, provenienti da Morteros, città argentina da dieci anni gemellata con Caselle, accompagnate dal loro sindaco, Josè Alberto Bria (la cui famiglia è originaria di Corio) e dalla sua bella e cordilae moglie sono state accolte oltre dal sindaco Luca Baracco, a Mappano anche dal presidente del Cim, Valter Campioni. Un pomeriggio all'insegna della fratellanza, ma anche della simpatia e della gioia.
Le iniziative per il decennale del genmellaggio, messe a punto dalla Pro Loco e dal Comune proseguono domani, venerdì 16 settembre quando la delegazione argentina visiterà gli stabilimenti dell’Alenia, la Reggia di Venaria e la cappella della borgata Sant’Anna.; alle 21 nella chiesa di San Giovanni ci sarà la messa e processione dedicata a Maria Ss Addolorata. Sabato 17 settembre, il gruppo visiterà Torino, per poi proseguire al Wine Museum di Barolo e raggiungere Portocomaro, la casa natale della famiglia Bergoglio, da cui discende Papa Francesco. Il clou  è previsto per  domenica 18 settembre: ritrovo alle 8.25 in viale Bona, per la sfilata degli Alpini,; alle  9.45  posa della targa a ricordo dei dieci anni di gemellaggio, davanti al monumento di piazza dell’Emigrante e a seguire al Palatenda  la messa in onore di Maria Santissima Addolorata, patrona della Città , rinnovo della firma dell’atto di gemellaggio con Morteros; alle 11,45, dal Palatenda si riprenderà in corteo fino al piazzale all’incrocio di strada Caldano con viale Bona, che verrà intitolato proprio a Morteros; alle 13 pranzo aperto a tutti (fino ad esaurimento posti) presso la sede degli Alpini; alle 18 nella chiesa di Santa Maria concerto della filarmonica “La Novella” con  la Corale di Borgaro, in collaborazione con l’Unitre, la soprana Maria Chiara Bonazzi, il tenore Luigi Fago e la pianista Michela Varda; alle 21 al Palatenda spettacolo folcloristico piemontese, e a seguire cena a cura del “Costina Party”, della Pro Loco e serata danzante con “Titti Bianchi e la sua orchestra”.