Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

sabato 13 maggio 2017

Presentazione Lista "Mappano in Comune": Francesco Grassi candidato sindaco.

Un vero bagno di folla ha accompagnato la prima uscita pubblica della lista civica “Mappano in Comune”, che candida a sindaco il professor Francesco Grassi. Che ci fosse interesse e curiosità nei confronti di questa neonata formazione, da parte dei cittadini, era ovvio, ma il risultato della serata ha superato le più rosee aspettative degli organizzatori. Salone Lea Garofalo, gremito in ogni ordine di posto, gente assiepata fuori dall’ingresso, in attesa di ascoltare il programma e conoscere i nomi ed i volti di coloro che si candidano a governare la prima amministrazione comunale mappanese. E Francesco Grassi, nella veste di leader di questo gruppo, e prima ancora fautore e propugnatore dell’autonomia mappanese, con battaglie istituzionali e politiche durate anni, non ha certo deluso il suo pubblico. “Non vogliamo nascondere ai nostri concittadini che ci saranno problemi e difficoltà nell’amministrare Mappano – ha esordito davanti alla platea il candidato sindaco - ma abbiamo la voglia, la forza, la capacità di affrontarli, con l’unico obiettivo di dare un futuro certo ai nostri figli e ai nostri nipoti”. Grassi non ha voluto polemizzare con gli altri candidati sindaci, in corsa per lo scranno più importante del Comune.  “Aver persone diverse che vogliono dare il loro contributo non significa che sul territorio non ci sia unità e che non si guardi al bene di tutti, anzi e sinonimo di democrazia partecipata, ed è bello che tante persone siano pronte e disponibili per lavorare a favore del comune di Mappano”. Nell’arco della serata, Francesco Grassi, accanto agli altri candidati della lista, ha illustrato il programma elettorale di “Mappano in Comune”, in testa a tutti “Riprendere al più presto ed intensificare la collaborazione con gli attuali Comuni cedenti delle frazioni mappanesi, che sono andate a costituire la nuova realtà municipale – ha proseguito Grassi - affermare la nostra identità non significa che dovremo fare necessariamente la guerra agli altri. Cercheremo infatti di salvaguardare l’equilibrio economico degli altri comuni a fronte di una equa ripartizione delle risorse”. In merito ad un ennesimo possibile stop alle elezioni, attraverso i ricorsi di Borgaro e Leinì, come già accaduto nel 2013, Grassi manifesta sicurezza  “Analizzando nei suoi vari aspetti la situazione attuale, non sembra che da un punto di vista tecnico e giuridico i ricorsi di Borgaro e Leinì abbiano grandi possibilità di essere accettati, perciò credo che difficilmente questa volta non ci verrà impedito di votare, e di esprimere questo sacrosanto diritto sancito dalla Costituzione”. Frase naturalmente accolta con fragoroso applauso da parte del pubblico presente. Categorico sulla vicenda di eventuali costi che la popolazione dovrebbe sostenere per Mappano Comune, è stato il ragioniere Davide Battaglia, anche lui fra i candidati del Consiglio “Ci siamo informati, con realtà analoghe alla nostra, ed i cittadini di questi neonati Comuni, non hanno dovuto versare un centesimo in più, grazie alla stipula di convenzioni con gli enti preposti”.

Davide Aimonetto
Francesco Grassi candidato a sindaco di "Mappano in Comune"

I candidati della lista

Francesco Grassi

Il pubblico




La presentazione dei candidati