Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

giovedì 12 aprile 2018

Mappano Presi i vandali dell'ex asilo nido


Era da un po' di tempo che gli atti vandalici (danneggiamenti, incendi e perfino piccoli furti) si ripetevano sul territorio e soprattutto all'interno delle scuole di Mappano. E' stato così che il sindaco, Francesco Grassi, esasperato e preoccupato della situazione, ha chiesto l'intervento dei carabinieri di Leini. Gli uomini dell'Arma hanno individuato alcune aree sensibili e piazzato delle telecamere nascoste. Grazie a queste sono riusciti ad individuarli. Così quattro ragazzi maggiorenni abitanti a Mappano sono stati denunciati  per danneggiamento aggravato e danneggiamento a seguito d’incendio, commessi il 28 luglio 2017, all’interno dell’ex asilo comunale di Mappano di via Costa 17. In quel caso erano entrati nell’edificio e dopo aver utilizzato un idrante antincendio per allagare l’edifici,  hanno appiccato diversi roghi utilizzando carte e materiale plastico.
 I fermati hanno ammesso le loro responsabilità e hanno dichiarato di averlo fatto per puro divertimento. Uno dei membri del gruppo è anche stato sottoposto a perquisizione e dal suo cellulare è emerso un filmato del raid. L'intento era poi quello di pubblicarlo sui social.
Esulta il sindaco per questa operazione dei carabinieri: "li ringrazio per la loro professionalità e per l'azione investigativa messa in atto. Il monitoraggio continua e chiunque effettuerà altre azioni del genere sul nostro terriotrio sappia che sarà perseguito". Pagheranno i danni che hanno causato? "Se sarà possibile - prosegue - ovviamente sì. Sapere che i danneggiamenti sono stati effettuati per divertimento, crea un certo disagio, tuttavia. Ecco perchè sarà necessario intervenire a 360 gradi non solo con azioni repressive, che come in questo caso sono indispensabili, ma con una approfondita riflessione e anche con una progettualità che coinvolga istituzioni, scuola e famiglie".