Periodico di vita e cultura locale a cura dell'associazione PAROLE & MUSICA onlus.

martedì 4 dicembre 2018

Leini - Un laboratorio su bullismo, cyberbullismo e uso consapevole della rete presso alcune classi della scuola elementare “Anna Frank”.



Un tirannosauro e un fiore, il primo simbolo della forza bruta  della sopraffazione, il secondo a simboleggiarne l’esatto opposto, sono stati gli strumenti di lavoro della psicologa, psicoterapeuta e psicopedagogista Daniela Graglia 
che ha condotto, nei giorni scorsi, un laboratorio su bullismo, cyberbullismo e uso consapevole della rete presso alcune classi della scuola elementare “Anna Frank”. “La metodologia adottata – spiega la dottoressa Graglia – prevede il lavoro con il gruppo classe. Questa modalità di intervento favorisce il senso di appartenenza, l’interazione e l’interdipendenza tra i partecipanti, intesi non come semplice sommatoria ma come totalità dinamica: è infatti attraverso l’incontro interpersonale che si determina la base di partenza per il cambiamento e lo sviluppo personale”.  Ad essere interessata dal corso sarà anche, in un secondo momento, la scuola media “Carlo Casalegno”.