Ven, 12 Apr, 2024

Pesaro Capitale italiana della Cultura 2024 accende la Biosfera, l'installazione scultoreo-digitale unica in Europa

Pesaro Capitale italiana della Cultura 2024 accende la Biosfera, l'installazione scultoreo-digitale unica in Europa

Una sorta di "albero della vita" con oltre 2 milioni di led per riflettere sul cambiamento climatico

Pesaro,  Capitale italiana della cultura 2024, è pronta ad “accendere” - oggi, sabato 24 febbraio, alle 18,30, in piazza del Popolo - la Biosfera, l' installazione scultoreo-digitale unica in Europa con i suoi 4 metri di diametro e oltre 2 milioni di Led. Un’opera viva, interagibile e in dialogo con la città e la collettività, ideata per narrare e condividere La natura della cultura di Pesaro2024

Pesaro capitale italiana cultura 2024 biosfera

«Già prima dell’inaugurazione sono molto soddisfatto - spiega il sindaco Matteo Ricci -. La Biosfera è un progetto frutto di riflessioni e collaborazioni costruite dalla proclamazione del riconoscimento di Capitale italiana della cultura. L’idea nasce un anno fa, insieme al vicesindaco Vimini, quando abbiamo ipotizzato la realizzazione di una sorta di ‘Albero della Vita’ dell’Expo, per Pesaro 2024. La scelta è ricaduta su una sfera, simbolo che torna ripetutamente in città: è nella “Palla” di Arnaldo Pomodoro, nella Sonosfera, nella Pizza Rossini, nella ruota della bici che percorre la Bicipolitana e delle moto della nostra Terra di Piloti e Motori, nel sole che tramonta sul mare Adriatico. La Biosfera è un’icona, un oggetto di design e di alta tecnologia, che ci renderà ancora più attrattivi e più competitivi. Ma allo stesso tempo che farà riflettere sul cambiamento climatico».

La Biosfera sarà, insomma luogo di aggregazione, promozione culturale e tecnologica tramite gli interventi audiovisivi che attraverseranno i suoi milioni di Led e che combineranno arte e scienza, patrimonio culturale e tecnologia, storia e innovazione.

csm La Biosfera di Pesaro2024 2 fb286542ac

«Sarà “Il nostro ‘Albero della Vita – continua Ricci -. Ogni giorno produrrà spettacoli, contenuti culturali audio e video, anche interattivi».

Alla base del progetto di Federico Rossi e Andrea Santicchia di Artifact Studio, c’è il pianeta da salvare «elemento che abbraccia alla perfezione La natura della cultura di Pesaro 2024 – aggiunge il sindaco - È un investimento che abbiamo potuto realizzare grazie alla collaborazione tra assessorati che hanno portato in città la Casa delle Tecnologie Emergenti (CTE Square, bando del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, del valore di 11milioni di euro) che comprende tra l’altro la realizzazione di progettualità tecnologiche di alto livello».

L'installazione diverrà spazio in cui far convergere e predisporre un dialogo multidisciplinare ospitando opere di natura artistica e scientifica. 

La prima opera è Pesaro 2024, contenuto che punta alla valorizzazione del territorio e della cultura della città. Sulla superficie sferica verranno visualizzati video a 360 gradi del patrimonio paesaggistico, storico, artistico-culturale del territorio. Evocherà una reale immersione negli ambienti, permetterà di ripercorrere i luoghi della Capitale con la modalità di visione sferica, stravolgendo la percezione canonica, apre a una dimensione tridimensionale e fa immergere il pubblico in una nuova esperienza dello spazio a metà tra mondo reale e digitale.

artwork

La seconda opera, Data Visualization Climate Change, trasforma dati e algoritmi da entità astratte di difficile interpretazione in visualizzazioni e simulazioni che mirano a stimolare una riflessione sulla relazione tra uomo e pianeta mettendo in connessione natura, scienza e tecnologia. La matrice sono i dati raccolti sullo stato di salute del pianeta Terra attraverso i satelliti del progetto Copernicus dell’Unione europea, coordinato da ESA, utilizzati come un nuovo alfabeto per creare un corpus di visualizzazioni che guida gli spettatori a una nuova comprensione e consapevolezza sul cambiamento climatico. I dati si materializzeranno in vibranti composizioni estetiche. Il dialogo tra dati scientifici e design generativo crea, attraverso l’intelligenza artificiale e complessi sistemi algoritmici, simulazioni che stimolano a una riflessione visiva ed esperienziale sul cambiamento climatico. La sfida che si propone l’opera è rendere accessibile una mole di informazioni complesse e ricavarne un’esperienza coinvolgente.

La terza opera, Materia, è una scultura digitale all’interno della struttura-sfera modellata in real-time dal movimento degli spettatori attorno a essa. La Biosfera diviene un involucro, un guscio che contiene una materia digitale-plastica multiforme che si fessura, faglia e plasma. L’opera è una scultura generativa, condivisa e collettiva, nata dall’interazione con gli spettatori. All’interno si creano geometrie tridimensionali magmatiche in evoluzione rese interattive dalla posizione nello spazio del pubblico. Come “natura tecnologica” soggetta all’erosione, le forme si scavano e sono rese malleabili dall’influsso umano. In bilico tra materia organica e inorganica, atavico e futuribile, l’opera interroga il binomio uomo-natura, l’influsso umano sulla materia e le potenzialità di creazione e distruzione. La capacità di plasmare e alterare l’ambiente rende l’uomo una creatura estremamente adattabile, ma questo potere lo investe della responsabilità di coniugare sviluppo e sostenibilità. L’opera è metafora dell’influsso dell’umanità sui fragili ecosistemi del pianeta.

Durante il corso dell’anno saranno inoltre previsti interventi site-specific di contenuti artistici, musicali o scientifici all’interno della sfera scaturiti da collaborazioni con artisti del territorio, musicisti, scuole o altri enti.

 

 

image
EcoEnergia Banner

 

 

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703