Ven, 12 Apr, 2024

Nuova vita per il "castelletto" di San Mauro con i 400mila euro del PNRR. Diventerà antenna del Maab UNESCO

Nuova vita per il "castelletto" di San Mauro con i 400mila euro del PNRR. Diventerà antenna del Maab UNESCO

Di foggia medievale, è in reltà un falso storico, ma non per questo meno affascinante

Sembra medievale, ma in realtà è stato realizzato nei primi anni '60 - come racconta Storia di San Mauro - da un giovane e fantasioso imprenditore locale che «...dette vita, lungo la sponda del Po, ad una fabbrica di occhiali e oggetti in plastica. A ridosso della fabbrica costruì la villa dove abitare, Per puro sfizio, un po' più ad est, fece costruire questo «"castelletto medievale" , arricchito dal frammento di una monumentale recinzione in muratura che doveva sembrare antica e parzialmente crollata. Presto le cose si misero economicamente male ed un imprenditore milanese acquistò l'intero complesso dal Tribunale fallimentare. Il "castello" rimase lì in perenne attesa di un uso funzionale. Cessata l'attività della fabbrica, che dette lavoro per decenni ad un centinaio di persone, quasi tutte donne, il complesso fu oggetto di complesse vicende dove politica, economia e abusi edilizi si intrecciarono per anni. Alla fine tutto fu demolito per realizzare il grande complesso e moderno centro residenziale attuale. L'unica parte non demolita fu il castello, sempre in attesa di una destinazione funzionale e non solo decorativa...».

Un falso storico proprio come il castello del Borgo Medievale al Valentino, ma per questo non meno suggestivo.

Ora il castelletto, dopo diversi passaggi di mano, è di proprietà comunale e abbandonato da anni sarà riqualificato grazie ai 400mila euro ottenuti dal PNRR con quali sarà rivisto sia il piano terra, sia il primo piano. 

L’edificio situato sull’asse della via Torino, l’antica via Francigena,  dove c'è una bella pista ciclabile che collega San Mauro a Torino, diventerà la sede dell’ufficio turistico e antenna del Maab Unesco, l’importante riconoscimento internazionale ricevuto dalla città alle porte di Torino un decennio fa per il pregio del suo patrimonio artistico-culturale e paesaggistico.

I lavori inizieranno a gennaio e si protrarranno per tutta la primavera .

«Una volta riqualificato spiega la sindaca Giulia Guazzora potrà essere utilizzato anche per iniziative e come spazio di aggregazione. E’ un luogo con grandi potenzialità essendo situato vicino alla pista ciclabile che ci unisce a Torino, sull'antica via Francigena, , nella corona di delizie e base di partenza di percorsi verso la collina di Superga»

 

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703