Mar, 16 Lug, 2024

Zenzero: la radice della salute nota ed utilizzata già 5.000 anni fa per le sue proprietà benefiche

Zenzero: la radice della salute nota ed utilizzata già 5.000 anni fa per le sue proprietà benefiche

Lo zenzero (Zingiber officinale) è una pianta impiegata tradizionalmente a scopo alimentare e curativo originaria dell'Asia. Una spezia dal caratteristico sapore piccante, molto popolare in tante parti del mondo, utilizzata da oltre 5.000 anni, è anche una delle piante principali della medicina ayurvedica indiana

Esteriormente si presenta con fusto con foglie lanceolate con  fiori giallo-verde, ma le proprietà terapeutiche sono concentrate nelle radici simili a un tubero nodoso che si ramifica e allunga nel terreno, dotate di rizoma (la radice dello zenzero), ovvero, una modificazione del fusto con principale funzione di riserva, che viene spesso utilizzata come spezia in cucina. La sua polpa è ricca di amido ma contiene anche zuccheri, sali minerali, vitamine e aminoacidi. 

Ritenuto da sempre una pianta dalle proprietà "miracolose", lo zenzero allevia i sintomi della nausea e del vomito e ha anche potere antidolorifico e antinfiammatorio. Cosciuta anche con il nome di "radice della salute", il suo estratto è considerato un antidolorifico più potente del cortisone e dell’ibuprofene ed è molto indicato nella cura di artriti e reumatismi. 

Proprietà terapeutiche e curative 

Le sue proprietà terapeutichelo rendono un rimedio prezioso in molti casi:

- Agisce come antinfiammatorio e antiossidante, inibendo l'attività dei radicali liberi e contrastando così lo sviluppo di malattie croniche legate all’invecchiamento cellulare

- Riduce il gonfiore addominale dopo i pasti e promuove lo svuotamento gastrico

- Agisce come gastroprotettore, stimolando la produzione di mucina, una glicoproteina che protegge la mucosa gastrica dall’acido cloridrico presente nei succhi gastrici

- Allevia i sintomi da reflusso gastroesofageo 

- Sembrerebbe addirittura promuovere la perdita di peso, riducendo l’infiammazione e migliorando l’efficienza del metabolismo

- Grazie all’attività  antinfiammatoria, è in grado di migliorare i sintomi dell'artrosi

- Riduce i livelli di zucchero nel sangue

Uso in cucina

Può essere utilizzato come spezia per insaporire piatti come verdure, riso o pesce e in tantissime preparazioni, fresco, in polvere o disidratato. Viene impiegato sia fresco che essiccato in polvere, ma anche candito, in pezzi. Poiché ha odore e sapore forte e piccante si usa prevalentemente per aromatizzare piatti salati e dolci e come spezia rientra nella composizione del curry. E’ usato anche per fare delle bevande analcoliche come il Ginger Ale inglese e come aroma per dolci e biscotti, ad esempio i ginger snap tipici della tradizione natalizia inglese.

Curiosità

Confucio (500 a.C.) pensava che lo zenzero schiarisse la mente, e non terminava mai un pasto senza masticarne un pezzetto. Nel Corano viene descritto come una pianta benedetta da Dio. Plinio il Vecchio lo consiglia come digestivo. I popoli Arabi lo indicano, forse ispirati dal suo sapore leggermente piccante, come stimolante per la libido, utile a rinvigorire le prestazioni sessuali. Perfino la celebre Scuola medica Salernitana ne loda le proprietà afrodisiache, e ne fa l’ingrediente principale per le pozioni d’amore.

La leggenda narra, anche, che fu la regina d’Inghilterra Elisabetta I a modellare il gingerbread manil celebre biscotto dall’impasto speziato a forma di omino, simile ai dignitari di corte. Perfino la casetta di Hansel e Gretel, che per molto tempo è stata definita erroneamente “di marzapane”, era invece di "Pan di zenzero".

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703