Mar, 23 Lug, 2024

Si è rinnovata a Mappano la consegna della Costituzione ai neo diciottenni in occasione del 2 giugno

E’ ormai una tradizione consolidata nel tempo. Quella di consegnare ai neo diciottenni mappanesi copia della Costituzione Italiana, nell’ambito delle celebrazioni dedicate al 2 giugno, Festa della Repubblica.

E così è stato anche domenica scorsa 2 giugno. Quando, alla presenza del sindaco Francesco Grassi, della vice Paola Borsello e del presidente del Consiglio comunale Sergio Cretier, presso la sala Garofalo, sono state consegnate nelle mani delle giovani e dei giovani diciottenni mappanesi, copie della Costituzione, non prima di aver assistito ad una conferenza tenuta dallo storico Claudio Vercelli, docente universitario e studioso di storia contemporanea, che ha delineato con grande efficacia le condizioni storiche, sociali e politiche in cui versava il nostro Paese, al termine della IIª Guerra mondiale quando «dalle macerie non solo reali, ma economiche e politiche, l’Assemblea Costituente cercava di tracciare non solo le coordinate democratiche per fare risollevare una Italia precipitata nel ventennio della dittatura mussoliniana, ma porre le basi per uno sviluppo democratico. Il referendum Monarchia-Repubblica, di cui oggi celebriamo l’evento, fu il primo snodo cruciale. Occorreva dare un segnale forte, di coscienza democratica, anche se molti faticavano ad intravvedere anche solo i contorni della nascente Repubblica. Eppure questo avvenne, attraverso un riscatto politico per nulla scontato. Dove i Padri della Costituente, pur divisi da diverse interpretazioni politiche, seppero offrire il meglio in quelle pagine, che prima di essere stampate con l’inchiostro furono scritte con il sangue e con la vita di tanti partigiani».

Una Costituzione ancora valida ed attuale che parla anche del neonato Comune mappanese, ovviamente senza mai citarlo, come ha sottolineato Grassi «la Repubblica promuove e tutela le autonomie locali – ecco in questo passaggio della Costituzione, c’è tutto il significato della nascita del Comune di Mappano, nel quadro più generale di un sistema amministrativo che prevede le Regioni, le Città Metropolitane, oltre naturalmente le autonomie locali».

Ma tutto questo sistema di regole civili e riconosciute si basa sulla partecipazione democratica.

«Fra una settimana – ha ricordato il sindaco ai giovani mappanesi - sarete, saremo chiamati ad eleggere i nostri rappresentanti in Regione ed al Consiglio Europeo. Una scelta importante significativa, che condizionerà il nostro futuro nei prossimi anni, oggi purtroppo ancora intriso di guerre, che sia i Padri costituenti che in fondatori dell’Europa comunitaria, avevano cercato di scacciare in ogni modo e forma dagli orizzonti europei, avendo vissuto quella tragica esperienza due volte, in meno di cinquant’anni, nel primo Novecento».

Presenti alla consegna della Costituzione, anche il consigliere della minoranza Valter Campioni, l’unico che aderito alla cerimonia, accanto al comandante della Stazione dei Carabinieri di Leini, il maresciallo Mauro Esposito.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703