Mar, 23 Lug, 2024

"Tra luci e colori" la mostra che «rappresenta un pezzo della nostra cultura e la grande creatività dei mappanesi»

L’arte si fa strada a Mappano, con la mostra “Tra Luci e colori” ospitata nel week-end del 17 maggio, all’interno della sala consigliare dedicata a Lea Garofalo in piazza don Amerano. Grazie all’impegno della Pro Loco ed alla sensibilità dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Grassi, anche quest’anno i cittadini hanno potuto conoscere ed apprezzare una serie di tele realizzate dagli studenti più promettenti delle scuole e medie e degli iscritti ai laboratori artistici dell’Unitre guidata dal presidente Giorgio Folchi.

Per il secondo anno consecutivo, attraverso questa mostra, si è potuto conoscere meglio le capacità artistiche di tanti mappanesi, tradotte in oltre 30 opere. Marine, paesaggi floreali come astratti, ritratti, una miscellanea frutto di amore e passione verso quest’arte, ha fatto mostra di sé, stupendo gli stessi promotori per la varietà e la ricchezza delle opere presentate.

Nel weekend sono stati molti i visitatori che hanno ammirato le tele del corso di pittura dell’Unitre tenuto dalla dottoressa Capria, accanto ai pregevoli elaborati degli studenti dell’Istituto Comprensivo mappanese. Fra le molte opere esposte, quest’anno si è voluto omaggiare anche delle opere del mappanese Mario Rizzato, scomparso da tempo, ma ancora presente nella memoria di chi ebbe la possibilità di conoscere il suo fecondo estro artistico.

«“Tra Luci e colori” è il titolo di questa meravigliosa mostra d’arte – ha sottolineato Grassi presente all’inaugurazione -. Ringrazio la Pro Loco di Mappano che ha svolto in modo impeccabile l’organizzazione, ma in particolare Umberto Cantoro, che anche per questa edizione è stato il curatore della mostra. E poi ringrazio tutti gli artisti, dai più piccoli agli adulti che si sono cimentati in questa esperienza. Ciò che mi preme più sottolineare è che tutti gli artisti provengono dal nostro territorio. E’ quindi un piacere sia per gli occhi che per il cuore, vedere qui esposte, all’interno di una mostra, infatti, che rappresenta non solo un pezzo profondo della nostra cultura che si consolida, ma la grande vitalità creativa di molti nostri concittadini: tutti i dipinti rappresentano qualcosa che gli autori hanno voluto lasciare di sé attraverso la propria espressione artistica».

Dopo il tradizionale taglio inaugurale, la parola è passata ad Umberto Cantoro della Pro Loco, infaticabile deus ex machina di tutta la manifestazione «le opere esposte rappresentano il meglio di Mappano dal punto vista artistico e non solo. Desidero ringraziare gli allievi dell’Uni3 e gli alunni dell’Istituto Comprensivo, i quali hanno dimostrato grandi capacità tecniche, artistiche, ma soprattutto espressive».

Parole di sincera gratitudine rivolte anche verso i famigliari di Mario Rizzato, che in occasione della mostra hanno prestato alcune opere dell’artista mappanese.

L’appuntamento “Tra Luci e Colori” è per il prossimo anno, con la certezza che le opere esposte saranno ancora maggiori, come l’attenzione verso questa pregevole iniziativa sostenuta dalla Pro Loco e dal Comune.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703