Dom, 14 Lug, 2024

Iniziati i lavori di demolizione dell'ex caserma Beleno a Venaria Reale. Al suo posto sorgerà l'hub della Cultura

Grazie ad un investimento di 10 milioni di eurodi cui 4 dal Pnrr

Nel lontano 1924, fu costruito il Convitto Femminile delle giovani operaie della Snia Viscosa ma da lì a poco con la sua chiusura fu trasformato nella Caserma Beleno, sede militare dell'Ottavo Reggimento di artiglieria pesante. La caserma fu del tutto abbandonata nel 1996 e riutilizzata dalle Amministrazioni come luogo di incontro. Nel 2004 la struttura fu lasciata definitivamente in stato di abbandono e di degrado.

È stata, così, presentata una cronistoria del luogo centenario, da Ettore Maschio uno dei rappresentanti dell’Atelier della Cultura Venariese, poche ore prima della sua demolizione. Al posto dell’ex Caserma Beleno proprio nel cuore della città, tra via Andrea Mensa e via Nazario Sauro, nascerà l'hub della cultura in un ottica di riqualificazione e rigenerazione urbana.

Il progetto era stato illustrato nel convegno "Gli spazi culturali ibridi: città, persone, visioni e prospettive" l’8 novembre scorso e mira a preservare l'identità storico-sociale e culturale del luogo, fondendosi con l'ambiente circostante. L’area sarà rifunzionalizzata con la costruzione di un polo costituito da due corpi, con spazi esterni aperti che diventeranno piazze per i cittadini, in raccordo con la biblioteca civica esistente e il futuro complesso scolastico.

La prima fase dei cantieri che riguarda la bonifica e l’abbattimento della Beleno si è aperta ieri, lunedì 15 aprile e tutti i lavori si concluderanno nel 2026 per dare vita, quindi, a un progetto ambizioso che prevede nel suo insieme la realizzazione di un museo interattivo, un archivio storico della Città, una sala polivalente e il teatro auditorium, spazi di aggregazione (caffetteria e laboratori teatrali e spazi per attività smart work, co-working) e sarà sede della Fondazione di Via Maestra e delle associazioni, fino all’inserimento di una Scuola Impact.

Tutto frutto di un investimento di 10 milioni di euro di cui circa 4 dal Pnrr, i rimanenti da fondi regionali e della Città metropolitana di Torino e, attraverso un mutuo con Cassa Depositi Prestiti, del Comune di Venaria.

«Con oggi si danno al via i cantieri con un atto distruttivo per evitare ulteriori crolli a cui consegue un atto costruttivo che darà spazio a un hub della cultura. Questo era un luogo deputato ai giovani e il polo culturale è pensato soprattutto per i giovani. Tale missione speriamo sia compresa e valorizzata. Questo lavoro spero sia all’altezza delle nostre aspettative e come dice il motto del cantiere, speriamo che questo edificio nasca per ispirare» ha commentato l’assessora alla Cultura, Marta Santolin.

«Ci sarà una grande riqualificazione dell’area in un quadrante che riguarda il centro storico e che sarà capace di valorizzare il sistema residenziale, che oggi si affaccia su quelli che sono stati i ruderi che in passato sono stato oggetto anche di occupazioni abusive. Opere che attendevano una riqualificazione da più di trent’anni e che verranno completate grazie ai fondi del Pnrr. Non sarà però il primo cantiere che prenderà vita in città. I progetti riguarderanno anche l’ex lavatoio e l’esedra. Una partita straordinaria che non riguarda solo l’Amministrazione attuale, ma il futuro di tutta Venaria» ha detto il sindaco, Fabio Giulivi.

Venaria sarà presto un cantiere a cielo aperto lo ha confermato anche l’assessore dei lavori pubblici, Giuseppe Di Bella  «presto partiranno i lavori di viale Buridani e fra qualche anno alla ex caserma dei Carabinieri.
Oltre alla sistemazione dei campi Don Mosso, grazie a un dispiegamento di risorse economiche che cadono sulla nostra città e questo è davvero positivo».

 

 

image
Pub. Pasqualetto orizzontale

 

image
fiamma pubblicità Orizzontale

 

image
EcoEnergia Banner

 

 

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703