Mar, 16 Lug, 2024

Per il "Carbonara Day" a ciascuno la propria ricetta. Piatto amatissimo dal mondo compie 70 anni

Per il "Carbonara Day" a ciascuno la propria ricetta. Piatto amatissimo dal mondo compie 70 anni

Oggi viene celebrata con l'hastag #carbonaraday , la spaghettata social giunta alla sua ottava edizione

Chi non ama la pasta alla Carbonara alzi la mano. E' un piatto della tradizione talmente apprezzato da meritare addirittura il #carbonaraday. E quel giorno è proprio oggi, sabato 6 aprile, e quindi se non avete ancora un menù per questa sera, infilateci un bel piatto di spaghetti alla Carbonara, fateci una bella foto e condividetela sui canali social. 

Un'iniziativa ideata dai pastai di Unione italiana food e supportato Ipo-International pasta organisation: il #CarbonaraDay è stato raccontato attraverso post ed immagini da oltre 1 miliardo di pasta lovers. Un appuntamento imperdibile, insomma, per food influencer, media, cuochi e appassionati.

Ma dove nasce questo gustoso piatto, tanto ambito in tutto il mondo?

A quanto pare le sue origini restano incerte: Italia e Stati Uniti da tempo se ne contendono la primogenitura. Secondo alcuni avrebbero ragione entrambi i Paesi: la Carbonara sarebbe nata nel 1944 dall’incontro fra la pasta italiana e gli ingredienti della ‘Razione K’ dei soldati americani (tuorlo d’uovo in polvere e bacon).

Una seconda ipotesi ne attribuisce la paternità ai carbonai appenninici (carbonari in romanesco), che lo preparavano usando ingredienti di facile reperibilità e conservazione. La carbonara, in questo caso, sarebbe l'evoluzione del piatto detto "cacio e ova". Un'ultima ipotesi ricondurrebbe la genesi della ricetta alla cucina napoletana, individuando nel trattato del 1837 Cucina teorico-pratica di Ippolito Cavalcanti una possibile origine della pietanza. 

Ma come si fa la Carbonara autentica?

Per i puristi esiste un solo modo e 5 ingredienti canonici: pasta, guanciale, pecorino, uovo, pepe. Gli innovatori, invece, credono che, essendo la pasta un piatto versatile, non debbano esserci limiti alle reinterpretazioni di questa ricetta. 

Nella ricostruzione dello storico della gastronomia Luca Cesari, la Carbonara fa la sua comparsa sulle riviste di cucina negli anni Cinquanta e nella sua storia è stata preparata con prosciutto (o coppa) e funghi; con uova, parmigiano e vongole; con aglio, gruviera e parmigiano. E che dire della versione di Ugo Tognazzi, con panna, peperoncino e brandy, cucinata per centinaia di americani durante un tour promozionale negli States? 

«La carbonara rappresenta il piatto della Rinascita, che segna l’uscita dalla guerra e l’inizio del boom economico - spiega Margherita Mastromauro, presidente dei pasta di Unione Italiana Food -. È sinonimo di libertà e le tante versioni in tutto il mondo di questo piatto ne sono la prova. L’equazione della Carbonara perfetta è una sfida che appassiona milioni di foodies e chef di tutto il mondo. Abbiamo voluto organizzare questa ricorrenza per andare oltre l’idea di ricetta ideale».

E che sia un piatto social e aggregativo non ci sono dubbi: uno studio effettuato dall'Istituto Piepoli dimostra che 9 italiani su 10 (il 95%) la Carbonara amano mangiarla sempre in compagnia, soprattutto in famiglia e seguendo quale ricetta poco importa. Diamocelo: non esiste una sola Carbonara, ma la "mia Carbonara" quella che piace a me, si potrebbe dire. E quindi se vi piace con la panna che dà cremosità mettetecela pure. E se invece siete puristi concentratevi sulla ricetta con i 5 ingredienti. 

Alla fine non è tanto importante come la prepariamo, ma quanto ci piace.

 

 

image
banner valgiò

 

La Baita giusto

 

image
Il Portico

 

 

 

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703