Mer, 29 Mag, 2024

Falsa partenza per la lista civica che fa capo a Vallone, Spinelli e Sciandra: Paolo Massa candidato a sindaco dice "no"

Falsa partenza per la lista civica che fa capo a Vallone, Spinelli e Sciandra: Paolo Massa candidato a sindaco dice "no"

Spiazzato all'ultimo minuto, il gruppo autofinitosi "campo trasversale" degli scontenti dell'Amministrazione Gambino 

Fumata nera ieri sera, martedì 9 aprile, alla presentazione del candidato sindaco per la lista che si è autodefinita "campo trasversale", che correrà alle elezioni dell'8-9 giugno a Borgaro contro la lista Gambino.

Avrebbe dovuto essere Paolo Massa, PD,  ingegnere, consigliere comunale uscente, che aveva abbandonato la maggioranza in cui era stato eletto tempo fa, e che all'ultimo minuto ha detto "no" gettando nell'imbarazzo i tre gruppi che compongono la lista, rappresentati dall'ex sindaco e senatore Giuseppe Vallone, dalla consigliera uscente del centrodestra Cristiana Sciandra e dall'ex presidente del Consiglio comunale Luigi Spinelli che a sua volta si era allontanato già tempo fa dal gruppo che governa il paese - che non hanno potuto far altro se non prenderne atto e rimandare ad altra data la presentazione.

Una lista, se vogliamo anomala, nata dall'aggregazione di tutte quelle forze politiche e sociali che non si riconoscono e non condividono le scelte e il percorso dell'Amministrazione Gambino «tre gruppi che hanno deciso di mettersi  insieme - hanno spiegato - partendo dalla convergenza di un programma condiviso che mira esclusivamente al bene comune del paese - hanno spiegato - perchè c'è troppo scollamento tra chi amministra (anche all'interno della stessa maggioranza) e la collettività. Abbiamo messo da parte le nostre ideologie personali perchè crediamo che i Comuni sotto i 15mila abitanti si debba ragionare si debba ragionare in un'ottica di bene comune e non di ideologie».

Quindi ora dopo la falsa partenza di ieri sera, il gruppo dovrà inevitabilmente ricorrere al "piano B" e scegliere un nuovo candidato che questa volta abbia la voglia e il coraggio di mettere la faccia in questo progetto che aggrega tutti gli scontenti dell'attuale gestione del Comune, Pd compreso non senza un travaglio interno che ha già portato alle dimissioni del segretario del Circolo cittadino, Antonio La Luna.

Ma cos'è effettivamente questo "campo trasversale"?

«E' un riporto nell'alveo della discussione democratica. Un'operazione nata dopo un lungo travaglio - ha chiarito Spinelli - passando anche da visioni di politica un po' differenti. Quello che vogliamo fare è annullare l'effetto della disaffezione dei cittadini verso la politica amministrativa portando volti nuovi e meno nuovi all'interesse verso la cosa pubblica e i cittadini alla partecipazione attiva alle scelte di cui sono destinatari».

Ha aggiunto Vallone «da parecchio tempo lavoriamo per costruire attorno ad una lista civica, sottolineo civica, formata da tutti coloro che sono insoddisfatti di come è amministrato il Comune di Borgaro. Un gruppo che vuole mettersi in gioco per la collettività.  Credo che un sistema democratico avanzato debba affrontare di volta in volta le problematiche che si presentano e non c'è nulla di strano se provengono da esperienze politiche diverse,  ma l'obiettivo è lo stesso.  Vogliamo creare i presupposti per tornare ad una democrazia vera che oggi manca a Borgaro, diventato un Comune abbandonato a se stesso, un dormitorio, con negozi chiusi, senza nuove attività imprenditoriali, senza prospettiva e proposta.  Il mio sogno è che ci possano essere due liste civiche per mettere i borgaresi nella condizione di fare una scelta serena, invece della suddivisione in tante liste: chi pensa che l'amministrazione Gambino abbia fatto bene voterà Gambino, chi invece ha molto da ridire avrà noi come alternativa»

E Sciandra rilancia «non c'è nulla di strano nella lista che stiamo formando. E' una lista civica, ribadisco, composta da tutte le fazioni politiche che hanno rappresentato il nostro paese in tanti anni e che hanno deciso di creare un gruppo trasversale proprio per il bene esclusivo del paese».

Dopo la debacle di ieri sera, ora ai borgaresi non resta che attendere. Nei prossimi giorni, se non già nelle prossime ore dovrebbe (finalmente) essere ufficializzato il candidato sindaco. E stavolta per davvero. Alemo si spera.

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703