Dom, 14 Lug, 2024

Bike to rail, oltre un milione alle Zone omogenee per rafforzare la rete di ciclabili per Unioni dei Comuni e Comuni

Bike to rail, oltre un milione alle Zone omogenee per rafforzare la rete di ciclabili per Unioni dei Comuni e Comuni

Da Città metropolitana di Torino attraverso i fondi ministeriali del programma dedicato, per la progettazione

Rinforzare la rete di piste ciclabili per migliorare i collegamenti fra i centri abitati e le stazioni ferroviarie e i nodi di interscambio.

E' l'obiettivo di Città metropolitana di Torino che ha stanziato oltre 1 milione di euro dai fondi ministeriali del programma Bike to rail e che distribuirà ai Comuni e alle Unioni di Comuni che ne hanno fatto richiesta per la progettazione di fattibilità tecnico-economica. 

Città metropolitana ha stabilito che il contributo massimo per ogni Zona omogenea non superi i 150mila euro e dopo aver dato preziose indicazioni per la redazione delle richieste, fornendo le informazioni su quali tipologie di percorso ciclabile era possibile proporre, ha preso in esame i progetti che tutte le Zone omogenee (Torino esclusa) hanno presentato.

«Il nostro obiettivo - spiegano il vicesindaco metropolitano Jacopo Suppo e il consigliere delegato ai trasporti Pasquale Mazza - è stato coinvolgere tutto il territorio e in effetti la risposta delle Zone omogenee è stata pronta e globale, segno che hanno ormai ben chiara la necessità di favorire semrpe più la mobilità sostenibile. Il Bike to rail d’altra parte è un tassello importante del Biciplan, il sottopiano del Pums pensato per incentivare l'uso della bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano, ricreativo e turistico su scala sovracomunale, e quindi mirato a costruire una rete ciclabile su proposte condivise con il territorio e a rafforzare l'intermodalità tra bicicletta e trasporto pubblico su ferro e su gomma».

Ecco la graduatoria e come verrà distribuito il finanziamento 

  • Unione dei Comuni NET 148.988 euro
  • Unione dei Comuni del Ciriacese e del Basso Canavese:  68.811 euro
  • Venaria Reale: 15.000 euro
  • San Benigno Canavese: 143.461 euro
  • Rivoli: 135.000 Rivoli
  • Unione Montana di Comuni delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone: 81.188 euro
  • Cumiana: Euro 28.590 euro
  • Rivalta di Torino: 7.345 euro
  • Unione Montana Valle Susa: 45.000 euro
  • Cuorgnè: 140.777 euro
  • Cavour: 85.000 euro
  • Osasio: 17.068 euro
  • Carmagnola: 150.000 euro

 

 

 

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703