Gio, 13 Giu, 2024

Come proteggere le zampe del cane da neve e ghiaccio.  Anche il sale antigelo può causare non pochi problemi

Come proteggere le zampe del cane da neve e ghiaccio.  Anche il sale antigelo può causare non pochi problemi

Ecco gli accorgimenti per rendere più sicure le passeggiate con il vostro quattrozampe

I cani soffrono di problemi alle zampe quando arriva l’inverno. Neve, ghiaccio ma anche e soprattutto il sale antigelo che le Amministrazioni comunali cospargono sulle strade per evitare incidenti e tutelare le persone, possono rappresentare dei pericoli per i nostri cani.

Specialmente il sale antigelo, infatti, attacca i cuscinetti  presenti nella pianta del piede del cane, rischiando di provocare irritazioni, tagli o lesioni.

Esistono in commercio persino delle scarpette create appositamente, da usare in occasioni di queste passeggiate invernali. Sono tuttavia poco utilizzate perché spesso i cani non le accettano volentieri. Inoltre, potrebbero creare dei problemi di postura ed andatura, oltre ad infezioni e micosi dovute all’eccessiva umidità che si sviluppa all’interno.

Il mix costituito da cristalli di sale grosso, sostanze chimiche e a volte sabbia potrebbe causare, come detto, lesioni o irritazioni, ma anche secchezza ai polpastrelli del nostro cane. Uno dei metodi migliori per evitarli è applicare crema a base di vaselina oppure una crema apposita; ne esistono molte in commercio. Basterà spalmarli prima della passeggiata, meglio se quando siete già fuori e anche più volte al giorno, per proteggere in modo adeguato le zampe del cane, mantenendo i polpastrelli morbidi e riparati.

Dopo ogni passeggiata è bene, inoltre, sciacquare le zampette del cane con acqua a temperatura ambiente o calda, ma non bollente. Meglio evitare saponi o detergenti, che potrebbero irritare ulteriormente la pelle dei polpastrelli e asciugare bene la zona interessata una volta finito il lavaggio.

Soprattutto dopo un’uscita in luoghi immersi nella natura o con molta neve, è bene controllare le zampe del cane e rimuovere quella che si sarà depositata tra le dita. Occorre usare estrema delicatezza, perché la neve potrebbe essersi già solidificata, e magari aiutarsi con il calore delle mani o con un asciugamano preso per lo scopo.

Può essere utile accorciare il pelo delle zampe con spuntatine frequenti, per far sì che non si raccolgano neve e ghiaccio durante la passeggiata. Il pelo deve in ogni caso coprire bene le zampe, ma senza andare a finire sotto ai polpastrelli, soprattutto per i cani a pelo lungo.

E’ necessario verificare infine la presenza di tagli, lesioni o ferite sotto le zampe e intervenire con creme o con l’intervento di un veterinario in caso di dubbi su come agire. Se notate polpastrelli irritati, potete applicare una crema alla calendula, che ha proprietà lenitive, idratanti e di antiarrossamento.

Se il vostro cane non sopporta particolarmente a lungo il freddo invernale è meglio accorciare i tempi delle uscite e scegliere strade più pulite e maggiormente sgombre da neve e ghiaccio.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703