Mer, 17 Lug, 2024

Le cinque malattie più comuni per gli occhi dei nostri amici felini e come curarle

Le cinque malattie più comuni per gli occhi dei nostri amici felini e come curarle

Si presentano con secrezioni, pus, gonfiori, fotofobia e fastidio

Come si riconoscono le patologie oculari dei nostri felini di casa? Quali sintomi sono più evidenti?

La presenza di secrezioni, eccessiva lacrimazione e pus negli occhi sono i più comuni. ma possono manifestarsi anche rigonfiamenti o arrossamenti, e ancora: fotofobia, dolore, opacizzazione della pupilla. Tutti sintomi che inducono il gatto a tenere gli occhi semichiusi oppure a strofinarli con le zampe nel tentativo di alleviare il fastidio che prova.

Le malattie degli occhi del gatto possono primarie ossia colpire direttamente l’occhio oppure secondarie, cioè manifestarsi in conseguenza di un’altra patologia come Fiv e FeLV o clamidia. Anche punture d’insetto, graffi o corpi estranei possono determinare l’insorgenza di infezioni e infiammazioni.

La congiuntivite è un’infiammazione della mucosa che riveste il bulbo oculare, oltre che l’interno delle palpebre. Può avere origine batterica o virale e il trattamento dipende, appunto, dalla sua gravità e dal fattore scatenante.

La cornea è la membrana trasparente che ricopre la parte anteriore dell’occhio, attraverso la quale è possibile intravedere l’iride e la pupilla. Una delle cause più comuni di lesione corneale è un trauma, un graffio o la presenza di corpi estranei che, a contatto con la palpebra, possono lesionare più o meno gravemente la cornea. I sintomi tipici dell’ulcera corneale sono: rossore, lacrimazione eccessiva nel gatto, pus e dolore intenso.

La cataratta consiste in una opacizzazione del cristallino. Il cristallino è una parte dell’occhio che ha l’aspetto di una lente e si colloca subito dopo l’iride. È una patologia oculare tipica dei gatti in età avanzata: il sintomo principale è una opacizzazione della pupilla. Negli esemplari giovani, può derivare da una malattia congenita o da disturbi metabolici.

Il glaucoma è una malattia caratterizzata dall’accumulo eccessivo di umor acqueo nell’occhio con conseguente e progressivo aumento della pressione oculare. La pressione oculare alta determina la degenerazione della retina e del nervo ottico, per cui il glaucoma può causare cecità o perdita parziale della vista.

L’uvea è una struttura vascolare formata dall’iride e dal corpo ciliare (uvea anteriore), e dalla coroide (uvea posteriore). Si parla di uveite quando in presenza di infiammazione di una delle parti dell’uvea e può colpire uno o entrambi gli occhi del gatto. I sintomi variano anche in base ai diversi tipi di uveite: in caso di uveiti croniche (dallo sviluppo più lento), l’occhio può cambiare colore in modo permanente a causa dei danni a carico dell’iride (irite) e può esservi una maggiore predisposizione a sviluppare cataratta. Solitamente è una malattia secondaria le cui cause possono essere molteplici, comune ad esempio in caso di Peritonite infettiva. Una visita specialistica (esistono oculisti veterinari) potrà sicuramente essere di aiuto nel risolvere i vari problemi oculari del vostro gatto.

 

Schedina Fontana

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703