Mar, 23 Lug, 2024

"Eliminiamo le differenze", al mercato di Leini distribuzione di assorbenti biodegradabili contro la period poverty

"Eliminiamo le differenze", al mercato di Leini distribuzione di assorbenti biodegradabili contro la period poverty

Continua la battaglia delle donne e non solo del PD leinicese contro la cosiddetta "period poverty". Un battaglia iniziata in tempi non sospetti (vista l'attuale campagna lettorale in atto), esattamente nel 2022 quando il gruppo propose  di mettere un distributore di assorbenti ecosostenibili all’interno dei bagni della scuola media e di realizzare misure di sostegno all’acquisto di dispositivi igienici femminili.

Proposta caduta nel nulla a Leini, ma non in molti altri Comuni del torinese che hanno sposato, invece, in pieno l'iniziativa che ha il significativo slogan "Il ciclo non è un lusso e neppure una scelta". Esempio ne sono Torino e Nichelino che hanno dotato di assorbenti i bagni di numerosi uffici pubblici.

Ecco perchè, sabato scorso, al mercato a margine dei gazebo elettorali, sono stati distribuiti  a ciascuna donna che si trovasse a passare, volantini e un simbolico assorbente ecocombatibile.

«L’iniziativa ha trovato ragione in uno studio effettuato - spiegano Bruna Panero e Isabella Spezzano -. Ogni donna in media ha le mestruazioni per 40 anni, per un totale di circa 520 cicli della durata media di 3- 7 giorni (65 giorni all’anno, quasi 7 anni della sua vita) con un consumo stimato di assorbenti di circa 12.000 unità a testa (il numero degli assorbenti e tamponi utilizzati ogni anno dalla totalità della popolazione femminile sarebbe
compreso tra i 120 e 480 miliardi). Ogni confezione costa in media 4 euro e la verità è che non tutte le donne si possono permettere gli assorbenti. È la period poverty che affligge le donne a ogni latitudine, in tutto il mondo».

E questa potrebbe già essere una motivazione sufficiente a dotare i bagni di scuole e uffici di distributori di assorbenti, ma c'è anche la non indifferente questione ambientale ad aggravare la situazione. Perchè? Gli assorbenti sono rifiuti che sia nel packaging, sia nel dispositivo contengono plastica. Sì proprio quel mnateriale di uso comune che ha tempi  lunghissimi di smaltimento e come se non bastasse finisce spesso nei nostri fiumi e di conseguenza nei mari e negli oceani intossicando la fauna marina e di conseguenza anche gli esseri umani.

«Quello che noi offriamo simbolicamente alle donne e che abbiamo chiesto di mettere nei distributori dei bagni - proseguono - è biodegradabile. Si decompone in 90 giorni con un netto vantaggio per l’ambiente. Per questo abbiamo scelto di donare simbolicamente, durante il banchetto che ogni sabato mattina organizziamo al mercato di piazza Primo Maggio e fino ad esaurimento scorte, un assorbente che è per noi il segno di un impegno che vogliamo portare avanti poiché “Le mestruazioni dignitose sono un’opportunità di promozione e di tutela dei diritti umani” come dice Paudel (fondatore di Action Works Nepal, organizzazione no profit che si occupa di diritti delle donne)».

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703