Mar, 23 Lug, 2024

Maggio tra diritti e legalità: due appuntamenti per ricondare la strage di Capaci con videomessaggio di Pietro Grasso

Maggio tra diritti e legalità: due appuntamenti per ricondare la strage di Capaci con videomessaggio di Pietro Grasso

Quest'anno ricorre il 32° anniversario della strage mafiosa di Capaci nella quale, il 23 maggio 1992, persero la vita i magistrati Giovanni Falcone e Francesca Morvillo e gli agenti della Polizia di Stato Rocco Dicillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani.

Caselle, grazie al lavoro messo in campo dalla Commissione per le Pari Opportunità e per la promozione della Legalità, nell’ambito del percorso “Maggio tra diritti e legalità”, celebra oggi, giovedì 23 maggio,  la giornata con due appuntamenti:  il primo alle 17,40 al Prato della Fiera nei pressi del monumento in ricordo del contrasto alle mafie e dell’ulivo dedicato alle piccole vittime innocenti delle mafie dove sarà effettuato un minuto di silenzio proprio nel ricordo di 32 anni fa quando un grosso boato, avvertito dalla popolazione del territorio, segnava l'attentato. Non un terremoto, ma un attentato che distrusse un tratto dell’autostrada alle porte di Capaci. Letture e musica accompagneranno il momento di riflessione e ricordo.

Di mafia bisogna continuare a parlare, le organizzazioni mafiose italiane sono sempre più globali e presenti in Europa. Le stragi sono ormai lontane, ma non possiamo affermare la stessa cosa per il fenomeno mafioso che è, invece, presente ed insidioso.

Un approfondimento di tale fenomeno sarà messo in campo alle 20,45 in  Sala Consiliare,  condotto da Claudio Loiodice, sociologo e criminologo. L’incontro si pone l’obiettivo di fare un’analisi del passato partendo da alcune specifiche considerazioni. “L’illegalità ha generato le mafie” partendo da questa consapevolezza è necessaria una riflessione umana accompagnata da un’analisi sociologica e di cronaca. A moderare la serata il noto giornalista di cronaca nera, giudiziaria e di guerra, Meo Ponte, che ha collaborato con “La Repubblica” per 26 anni: tanti i casi seguiti (Cogne, Meredith Kercher, Parolisi, Erika e Omar, …), come inviato di guerra è stato undici mesi in Iraq e poi in Libia nel 2011, dal 2017 collabora con “Il Corriere della Sera”. A completamento della serata sarà ospite l’avvocato Maurizio De Nardo, difensore dei collaboratori di giustizia negli anni '80 del secolo scorso.

L’incontro si pregerà di un videomessaggio dedicato alla serata casellese da parte di Pietro Grasso, presidente emerito del Senato e già Procuratore Nazionale antimafia, amico e collaboratore di Giovanni Falcone.

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703