Dom, 14 Lug, 2024

Corà e De Venuto dal 2 giugno Cavalieri della Repubblica. Insignito anche il professor Bertetto co-fondatore della FARO

Tra i Cavalieri dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, nominati dal Presidente Sergio Mattarella e insigniti dell'onorificenza, durante la cerimonia che si è svolta domenica 2 giugno nell'Aula Magna della Scuola di Applicazione dell'Esercito, anche il carabiniereMassimiliano Corà, classe 1965, venariese, sposato con due figlie, da 39 anni in servizio effettivo nell'Arma, attualmente impiegato presso la Struttura Logistica e Infrastrutture del Comando Legione Carabinieri Piemonte e Valle d'Aosta.

Ad accompagnarlo a ricevere la prestigiosa onorificenza, il vicesindaco della sua città - Venaria - Gianpaolo Cerrini «è stato un grande onore e una gioia partecipare alla cerimonia. Massimiliano si è distinto come carabiniere integerrimo e persona retta e attiva. Oltre ad essere un padre e un marito premuroso. Rappresenta l'esempio concreto di chi svolge la propria vita e il proprio lavoro con coscienza e dedizione».

Corà, visibilmente emozionato ha voluto ringraziare il Presidente Mattarella, ma anche la sua famiglia, la moglie Maria Teresa, le figlie Beatrice ed Elisabetta e, naturalmente, l'Arma dei Carabinieri.

Onorificenza anche per il borgarese Giuseppe De Venuto, 57 anni, Primo Luogotenente dell’Esercito Italiano, insegnante presso il Dipartimento di Educazione Fisica dell’Esercito, è stato allenatore di nuoto, di salvamento e pallanuoto alla River Borgaro, campione di triathlon e orientering per l’Esercito, ed è attualmente direttore sportivo e tecnico delle squadre di pallanuoto della Project Sport di Leini. 

L'ambito riconoscimento, che gli è stato consegnato alla presenza del sindaco di Borgaro, Claudio Gambino,  è stato assegnato non soltanto per il suo pluridecennale impegno nell’educazione dello sport ai giovani ma anche per aver salvato un ragazzo che stava per compiere un gesto estremo. 

«Sono orgoglioso di questa prestigiosa onorificenza - ha commentato De Venuto -. Ho avuto la fortuna di poter far diventare la mia passione un lavoro e, allo stesso tempo, di vedere giovani atlete e atleti diventare campioni in una
disciplina sportiva così particolare come la pallanuoto».

Tra i premiati anche il professor Oscar Bertetto di Brandizzo co-fondatore e vicepresidente della Fondazione FARO dedicata all’oncologia e alle cure palliative che è stato accompagnato dal sindaco Paolo Bodoni.

«Credo sia da parte mia doveroso ricordare e ringraziare da un lato tutte le persone che hanno contribuito alla mia formazione e mi hanno trasmesso i valori a cui ho ispirato la mia attività  - osserva Bertetto - dall'altro tutti i collaboratori che hanno fortemente contribuito con impegno, competenza, creatività, professionalità alla crescita della rete oncologica e dei servizi offerti dalla FARO. Penso che una gran parte del merito sia loro e che si dovrebbe parlare non di me ma di noi. Sono sempre stato convinto che in sanità sia la collaborazione ad essere vincente, lo scambio di esperienze, la circolazione delle idee, il confronto e il mettersi in discussione, la capacità di ascolto tra specialisti, il contributo di tutte le diverse professioni sanitarie. La mia qualità è stata quella di perseguire con determinazione questi obiettivi e di non scoraggiarmi nei momenti di difficoltà».

Image

Torino e area metropolitana

Non Solo Contro

Il giornale è a cura dell'Associazione Culturale onlus NonSoloContro.
Registrazione n. 2949 del 31/01/2019 rilasciata dal Tribunale di Torino
Direttore responsabile: Nadia Bergamini

Per la pubblicità

ABC Marketing e Comunicazione 
P.I. 124160015

abc.marketing.comunicazione@gmail.com

 Tel.: 3935542895 - 3667072703